Resistente nel tempo

e i miei amici io li ho chiamati piedi
perché ero felice solo quando si partiva...
(analfabetizzazione - claudio lolli)




lunedì 2 maggio 2011

Chi è sto Claudio Lolli?

Questo post è dedicato in primis a Robydick! Con Roby infatti ultimamente abbiamo sempre scherzato parecchio su questa cosa, anche alla Trattoria Toscana da Luciano, su questa domanda "CHI CAZZ'E' LOLLI" che rimbomba spesso e a cui talvolta non si riesce nemmeno a dare la risposta migliore possibile! Non ultimo il suo commento molto simpatico ieri in risposta agli auguri per la festa del lavoro! Grazie a tutti per essere intervenuti ieri nel post e per aver ascoltato insieme a me "Primo maggio di festa", che io considero un autentico capolavoro, come ha ribadito anche Ezio!

Per questo ho pensato che Roby doveva avere una risposta a questo suo cruccio, e quindi mi è subito venuto in mente un altro lolliano doc come me, leccese, che ancora non conosco di persona ma che spero di poter conoscere presto. Enzo De Giorgi (così si chiama questo straordinario fumettista) ci aveva già pensato tempo fa a dare una bella risposta a quest'annosa questione.
Alla sua maniera! Che mi fa piacere riproporre qui. Dopo aver letto il fumetto di Enzo, non credo che Roby avrà più dubbi :-)

- 1 -

- 2 -

- 3 -


- 4 -


- 5 -


- 6 -


- 7 -


- 8 -


31 commenti:

  1. "Conobbi" Claudio Lolli direttamente dalle pagine di Autosprint o Rombo, non ricordo benissimo, primi anni '80 ero una bimba! Fece una canzone dedicata a Villeneuve, vero?!

    RispondiElimina
  2. eccavolo! bellissimi e molto molto nello stile che preferisco: surreali come me... ed evviva Claudio Lolli! Robyyyyyyyy ma che dici? :)))))

    RispondiElimina
  3. ahahah! questa me la sono cercata... diavolo d'un nico :D

    però vedi questi fan di Lolli come sono crudeli? mettono delle immagini che ci vuole la lente per vederle! e alcune manco con la lente son riuscito a leggerle...

    adesso, seriamente... ditemi voi se andate in una qualsiasi piazza italiana e chiedete: chi conoscete voi, Lucio Battisti o Claudio Lolli, cosa vi risponderanno? e più o meno gli anni d'oro eran quelli per entrambi.
    consideratela pure una provocazione gratuita! :DDD

    RispondiElimina
  4. correggo: ora le vedo anche in grande le immagini cliccandole, prima no... meglio così :)

    RispondiElimina
  5. Caro Nicone, ti ripeto qui le parole (più o meno) che ti dissi un giorno parlando di Lolli: va bene tutto, va bene anche "Borghesia", ma non se la scrivi a diciotto anni. Lui invece, pur ammettendo oggi di aver sbagliato la chiosa, l'ha scritta proprio a diciotto anni...
    Abbracci

    RispondiElimina
  6. Morto Rosso, imborghesito Guccini, Lolli è rimasto l'ultimo grande!!!

    RispondiElimina
  7. Ma povero Lolli! E meno male che gli voglion bene!

    RispondiElimina
  8. Lo conobbi tramite le richieste di un amico e lo ringrazio per questo tutt'oggi :)

    RispondiElimina
  9. Verissimo Sara! Villeneuve è una canzone che st trova in uno degli album meno pubblicizzati, che si chiama Antipatici Antipodi. Claudio fu talmente colpito dalla morte del grande Gilles che scrisse questa splendida canzone e chiese a Roberto Roversi, l'ex direttore di Lotta Continua, di scrivergli un secondo testo da affiancare a questo, e Roversi gli scrisse Formula Uno, a cui Claudio mise la musica e che insieme a Villeneuve fece parte dell'album.

    RispondiElimina
  10. Milena cara, tu lo sai vero che mentre inserivo le vignette di De Giorgi pensavo anche a te? Proprio perché mi ricordavano che anche tu le avresti fatte simili! E ora aspetto quelle da inserire nella canzone "La rosa e il gabbiano" di Stefano Rosso, che anche Cirano ha giustamente citato!

    Roby carissimo, se non mettevi il secondo commento, in cui hai detto che le vignette vanno cliccate per vederle bene, mi sarei seriamente preoccupato! Due informatici come noi non potrebbero lasciarsi sfuggire certi accorgimenti :)
    Per quanto riguarda la provocazione la raccolgo, anche perché Battisti piaceva molto anche a me, ma anche qui una risposta c'è! Battisti non avrebbe mai fatto un disco dando alla casa discografica come condizione un prezzo imposto di 3500 lire, cosa che abbassava notevolmente il suo compenso ma nello stesso tempo andava più incontro a tutti i meno facoltosi per i quali magari 10 mila lire erano troppe! Si tratta proprio di "Ho visto anche degli zingari felici"! Analogamente per i concerti, per i quali il prezzo è sempre stato bassissimo (ora spesso sono gratuiti, finanziati solo dai Comuni che lo ospitano) e il "rumore" pubblicitario, per volere dello stesso Claudio, è sempre stato basso e poco eclatante! E' chiaro che poi, come dice lui stesso "Non mi conosce nessuno!" :-)

    Adriano grazie per il commento, come ho appena scritto a Roby, gli si vuol bene anche e soprattutto per questa sua umiltà direttamente proporzionale alla sua sensibilità! :)

    RispondiElimina
  11. Sempre per Roby (due commenti, due risposte)...pensa se mi avessi posto la provocazione in questo modo "ditemi voi se andate in una qualsiasi piazza italiana e chiedete: chi conoscete voi, Toto Cotugno o Claudio Lolli, cosa vi risponderanno?"...magari la risposta sarebbe la stessa, ma non è esattamente la stessa cosa :-)

    Grande Ezio! Borghesia a 18 anni significa proprio quello che ci siam detti! Solo un uomo come Lolli avrebbe potuto scriverla! Ma avremo modo di parlare ancora di lui nelle nostre cene insieme :-)

    Bravo Cirano, dici proprio bene! Stefano Rosso è stata una perdita che non si può cancellare! Per quanto riguarda Guccini...sì, fa male vederne i suoi ultimi 10 anni, ma per fortuna c'è tutto il resto! :-)

    Ciao Maraptica, mi fa molto piacere quello che scrivi e ringrazio anche io il tuo amico! Claudio viene di tanto in tanto in Abruzzo, e fra l'altro Paolo Capodacqua è di Avezzano. Quando ci torna te lo faccio sapere per tempo, così magari vieni anche tu e potrebbe essere una bella occasione per conoscersi, in compagnia di Lolli...eheh, ormai dalle mie parole sembra sempre scontato che io ci vada...anche se al prossimo, in Calabria, purtroppo le probabilità sono un lumicino (domenica sera, 29 maggio).

    RispondiElimina
  12. eheh.... tanto di cappello nico, sai poi che le mie "provocazioni" servono solo a sprone, infatti mi hai dato altre info molto interessanti.

    massima stima per Lolli.
    chiaro che poi una musica deve piacere, indipendentemente che a farla sia una persona brava come lui o chi altro.

    p.s.: chi stracazz'è toto cotogna?!?

    p.p.s.: sulle immagini che non vedevo... ho scoperto che è l'ennesimo blocco attuato al proxy dai sistemisti dell'azienda che evidentemente non c'hanno un cazzo di meglio da fare. ;-)

    RispondiElimina
  13. ahahahahah grandissimo roby quel cotogna (ce famo una marmellata???)...invece concordo con te sul fatto che la musica deve piacere indipendentemente da chi la fa!
    io ammetto di essere stato fortunato sulla musica, perché il tipo di musica che mi piace (quello da pelle d'oca per intenderci) è anche quello in cui chi la canta dice qualcosa e denuncia! in questo modo posso identificarmi anche nelle parole oltre che nella musica. se mi fosse piaciuta, che so, una musica heavy metal per esempio, non avrei sicuramente goduto di questo binomio :)
    grazie roby, sei un grande amico!

    RispondiElimina
  14. Grazie ancora per la canzone ;)

    RispondiElimina
  15. Confesso la mia ignoranza riguardo Claudio Lolli.
    E' stato molto piacevole ascoltare qualcuno che sa dire qualcosa di nuovo e poi ammiro sempre l'entusiasmo che metti nelle tue 'crociate'.
    Cristiana

    ps.Si sa niente di Aldo?

    RispondiElimina
  16. Figurati Baol, è stato un piacere trovare una canzone di Lolli, splendida fra l'altro, in linea con il tuo post! :)

    Cristiana, bisogna che tu provveda a questa mancanza! Ora intanto chi è Claudio Lolli lo sai eheheh :) Per la Trattoria da Luciano e Alberto restiamo in attesa di nuove, iniziative ce ne sono state, speriamo bene!

    E sì Ernest, questo De Giorgi è davvero straordinario! Conoscevo il fumetto già da un po', ma sapevo che prima o poi lo avrei postato!

    RispondiElimina
  17. Carinissima, questa cosa, e meravigliosa la tua passione genuina e sincera per questo Artista... (anche se temo che fra i tuoi amici sia destinato a diventare e rimanere un tormentone, questo del "chi cazz'è Lolli") :-))))
    Un supermegaabbraccio!!!

    RispondiElimina
  18. Neanche io sapevo niente di Claudio Lolli. Grazie caro Nico per averlo fatto conoscere anche a me. :)

    un abbraccio

    RispondiElimina
  19. lovely blog,,,


    visit our blog at http://uhooi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  20. Claudio è e sopratutto è stato un cantante che non ha mai rinnegato (basta sentire i suoi testi), neppure oggi la sua fede politica. Lui era il "cantante" quando la politica contava qualcosa e il PD si chiamava PCI. Dove ti trovavi nel '74, l'anno del grande cambiamento e del primo sciopero generale. Io ero a Milano in Piazza Durante e lavoravo lì in una ditta Svizzera. Il mio capo quando gli ho detto domani non ci sono perchè in sciopero, non riusciva proprio a seguirmi... e poi ci sono stati i picchetti e poi quello che noi allora chiamavamo "padrone" ha smollato i cordoni della borsa e così ogni 3 anni fino al 2002, anno in cui causa di forza maggiore sono andato in pensione, ma questa e un'altra storia.

    RispondiElimina
  21. ahahaha zione, il tormentone può anche starci, visto che anche lo stesso lolli lo incoraggia...però prima la maggior parte dei miei amici lo conosceva...e ora lo conoscete anche voi eheheheh...scherzi a parte, grazie come sempre per il tuo affetto e i tuoi apprezzamenti :-)

    iulia carissima...sono proprio contento di quello che mi dici e del piacere che hai avuto nel conoscerlo...se hai voglia fai un giro sul blog, troverai tante altre cose su lolli e anche un po' di canzoni agganciate da youtube! se vuoi ti posso spedire a casa un po' di roba da sentire, nel caso scrivimi!

    carissimo nonno enio, caro amico concittadino, quello che hai scritto mi ha dato delle emozioni grandissime, perché facevi parte anche tu di un bellissimo passato che oggi non si trova quasi più! e come tu stesso dici, quel quasi è proprio perché ci sono personaggi come claudio che ancora riescono a incarnarlo e a regalarci ancora quelle forti emozioni di un tempo! un abbraccio enio, ciao

    RispondiElimina
  22. una volta dissi (a mia cugina) anch'io:
    "ma che è Lolli?
    e quella:
    "e che stai a fischià li zingari felici se nun sai? fai er pappagallo al re?

    RispondiElimina
  23. Lolli questo sconosciuto ... chi passa di qui non potrà mai dirlo.

    RispondiElimina
  24. Lolli è una certezza anagrafica: se lo conosci, fa almeno -ANTA

    ;-)

    RispondiElimina
  25. Ha ragione Saamaya, conoscere Lolli significa fare ...anta..., ma significa aver avuto 20 anni o poco meno negli anni delle grandi riforme sociali, significa aver preso parte ai movimenti e ... grazie del post Nico, ancora oggi viaggio sulla strada della Lotta Continua ;-))

    RispondiElimina
  26. Un poeta che canta le sue poesie che sono anche belle canzoni..A me piace molto.
    Il fumetto è divertente!

    RispondiElimina
  27. Bellissimo il fumetto e bello, bello il tuo post
    Grazie

    RispondiElimina
  28. Ciao Nico, bellissimi i fumetti!! Personalmente conosco Lolli grazie a internet, in televisione le sue comparse sono rarissime, cosi come nelle radio private.
    Mi ha colpito il commento di Cirano: ha pienamente ragione ^^
    Una buona giornata a tutti ^^
    un saluto

    RispondiElimina
  29. Beh che dire... io che ora leggo (con molto ritardo noto..!) questo post dico che anche se devo ancora approfondire alcuni "dettagli"! Viva Claudio Lolli e tutti i cantautori cime lui! Perchè le loro opere oltre ad essere canzoni sono lezioni di vita!

    RispondiElimina