Resistente nel tempo

e i miei amici io li ho chiamati piedi
perché ero felice solo quando si partiva...
(analfabetizzazione - claudio lolli)




venerdì 29 gennaio 2016

Un pomeriggio con Claudio Lolli

Lunedì scorso mi sono fatto un regalo, un bellissimo regalo, ma ancora più grande è stato il regalo che mi ha fatto lui, permettendomi di passare qualche ora insieme nonostante le sue purtroppo non buone condizioni di salute. Come scrissi tempo fa in questo post, lo considero a tutti gli effetti uno dei miei padri, un uomo che mi è sempre stato vicino con i suoi testi bellissimi e sempre schierati, con una musica che a me piace. Naturalmente sto parlando di Claudio Lolli. Non sta tanto bene purtroppo e non può stare tanto tempo in piedi, però la sua energia l'ho sentita di momento in momento! Quando gli ho chiesto se ci facevamo un selfie, ha sorriso pensando a questi nuovi termini tecnologici e con dolcezza mi ha detto "Molto volentieri caro! E non preoccuparti se mi vedi non in grandissima forma, puoi dirlo tranquillamente che non sto benissimo!" Davvero un grande!

Selfie con Lolli a casa sua

Un uomo che ha cominciato anche a volermi bene dal vivo da oltre 15 anni. Lo dimostra per esempio uno degli episodi che racconto sempre, successo dopo un viaggio rocambolesco con un mio caro amico da Milano a Recanati per sentire il suo ennesimo concerto. Ero fra il pubblico e lui, finita una canzone e prima di iniziare l'altra, disse a voce alta al suo chitarrista e amico fraterno Paolo Capodacqua: "Guarda, c'è Nico!" E Paolo, ovviamente, senza esitazione gli rispose: "Oh no, anche qui è venuto!". Il bene che voglio a quest'uomo non si può descrivere a parole, e molti di voi lo hanno imparato a conoscere attraverso le mie parole. Basta infatti fare una ricerca per "Lolli" nel blog e si ha la soluzione! :-)

Con questo post però voglio prima fare un regalino a una persona per il suo compleanno, che è domani! Esatto, è lui, lo conoscete tutti, il grande Nicola Pezzoli, detto Zio Scriba! Ho infatti fatto un bel regalo a Claudio :-)

Lolli con "Quattro soli a motore"

E' stato molto contento di riceverlo e ha detto che lo leggerà molto volentieri. Sarà sicuramente molto felice quando saprà di essere stato citato nelle prime pagine dell'ultimo lavoro di Nicola, ovvero "La campagna di Plaxxen"! Quindi che altro dire, buon compleannno Nicola! :-)

Il tempo passato insieme con lui a casa sua è stato incredibilmente tenero e piacevole, abbiamo parlato di tante cose e la sua cultura è talmente ampia che ti fa sentire piccolo piccolo. Si è parlato delle sue e delle mie letture, dei suoi amici che gli mancano, in particolare Paolo Capodacqua, dei suoi colleghi cantautori, di quelli che lui considera talenti emergenti fra cui Maria Devigili, che mi ha detto va a trovarlo spesso a casa e che grazie al post dell'amico blogger Diego l'Alligatore ho imparato anche io a conoscere e ad amare riuscendo a conoscerla di persona e a diventare suo amico, di Luca Bonaffini, di Alberto Bertoli. C'erano anche sua moglie Marina, che ho avuto il piacere e l'onore di conoscere, e il suo secondogenito, un bellissimo ragazzo alto e biondo, che mi ha offerto il caffè e che...gioca a basket!!! :-)

E' passata una settimana...ma sto ancora vivendo della bellezza di quel pomeriggio.

Gli ho promesso di tornare a trovarlo ancora con Maria. Gli sono brillati gli occhi, e ha detto che ci aspetta con impazienza.

30 commenti:

  1. Conoscendo la tua passione per il grande Lolli, posso capire la tua emozione, che traspare anche dal bel racconto, con il quale narri le cose attorno a lui. Spero si rimetta presto, ci siano nuovi canzoni e collaborazioni con gggiovani musicanti che accanto a Lolli possono crescere bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Diego, l'emozione era a un livello elevatissimo molto difficile da contenere. Accarezzare le mani di Claudio e sentirne il calore è stato impagabile. Spero di cuore che tanti altri giovani possano dare grazie a Claudio tutto il meglio di loro!

      Elimina
  2. Un grandissimo!la vostra amicizia e'un privilegio! Che emozione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene Sara, un vero privilegio! E come dicevo a Diego, l'emozione è stata incontenibile. Un abbraccio

      Elimina
  3. Bellissimo articolo che trasuda d'affetto vero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Mauro, un affetto che è iniziato negli anni 70 con le sue prime canzoni, e che si è rafforzato e consolidato dopo averlo conosciuto!

      Elimina
  4. Immenso Nico!!!!
    Con un regalo solo hai fatto felici DUE grandi artisti... :-))))
    (O almeno, spero sia stato felice anche Claudio... lo sapremo al termine della lettura.... :D)
    Grazie ancora, e un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Nicola! SOno più che sicuro che gli piacerà...e sai una cosa, credo che gli regalerò anche Plaxxen quando lo rivedrò, è bello che lui abbia un libro in cui viene citato. Non credo però che lo vorrà in formato e-book, per cui glie lo prenderò cartaceo. Magari me lo faccio prima autografare da te :-)

      Elimina
    2. Sarà un piacere e un privilegio! :)

      Elimina
  5. Quel concerto di Recanati me lo ricordo... anche se è passato veramente tanto tempo e troppa acqua (ma soprattutto roba a gradazione maggiore) è passata sotto i ponti.

    Mi spiace che Claudio non stia bene. La sua ironia intelligente, la cultura, il fare pacato e garbato senza scadere nel triste politically correct dell'odierno mainstream, sono qualità molto rare. Tempo fa ho ritrovato praticamente per caso "Primo maggio di festa" sul tubo e dal play alla fine sono rimasto impietrito...una delle canzoni più belle di tutti i tempi.

    Come ti ho scritto al telefono conservo ancora gelosamente la mia copia di "Giochi crudeli" autografata. Anzi, mi sa che in questi giorni me lo rileggo pure.

    pace interiore Nico

    r.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoti qua caro Red!!! Eri proprio tu l'amico di cui parlo nel post e con cui feci quel viaggio Milano-Boario-Racanati! :-) Non ci speravo che avresti visto il post, per cui mi rende veramente felice che anche tu lo abbia letto! I ricordi di quella giornata sono intatti e chiari nella mia testa! Condivido quanto dici su "Primo maggio", anche per me è assolutamente nella top 10, non solo di Lolli ma di tutti! Su "Giochi crudeli"...io continuo a dare sempre un occhio a e-bay...non si sa mai :-) E' lì che ho trovato roba incredibile! Voglio rivederti presto, un abbraccio amico mio

      Elimina
  6. Questo tuo post emana amicizia e affetto in una maniera speciale, come sai fare tu con l'entusiasmo di una persona sincera e ambile.
    Viva l'amicizia!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristiana, e come potrebbe essere altrimenti? Gli occhi e le mani di Claudio dicevano tutto, mi sono sentito a casa. Se dai tutto te stesso a una persona come lui, e poi ti accorgi che anche lui dà tutto sé stesso a te, riempiendoti di attenzioni e di amore proprio come stai facendo tu, dentro senti un calore assurdo. La dolcezza di quest'uomo non è facile trovarla e non ha prezzo sentirla addosso. Un abbraccio

      Elimina
  7. Risposte
    1. Maria!!! Che bello vederti qui! Quando mi ha detto che vai spesso a trovarlo, ho notato quanto ne fosse felice! Hai fatto benissimo a fargli recitare quella bellissima poesia di Montale nel tuo disco. E lui fa bene a credere in un talento come te! A presto, ti abbraccio

      Elimina
  8. Qui tutto l'amore per Claudio Lolli, non solo uno tra i più grandi cantautori italiani, ma soprattutto un amico della nostra vita.... Grazie Nico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Pino per tutto quello che hai fatto e che continui a fare per far emergere tutto ciò che è vicino a Lolli. Sono molto felice che questo post ti sia arrivato dentro. Un abbraccio

      Elimina
  9. Quanta soddisfazione, piacere amore , quando i grandi personaggi si comportano in questa maniera da amici veri, senza tirare " su il naso" , e ti fanno capire qual'è la vera corrispondenza amorosa tra fans e cantante. Bella questa testimonianza , bella veramente. Fai gli auguri e i saluti anche a Lolli da parte mia...
    A te un bacio stratosferico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Nellina, sentirsi a casa a casa di Claudio, percepire da parte sua attenzione e voglia di averti lì con lui, credo non abbia davvero prezzo. E poi il fatto che mi mi dica che mi vuole bene...davvero tutte cose impagabili! Notte un bacio

      Elimina
  10. Claudio Lolli è un artista immenso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La nostra fortuna caro Diego è stata anche quella di essere vissuti in un'epoca che ce lo ha regalato. Oggi questi talent che imperversano sono ben altra cosa purtroppo. Per fortuna abbiamo la rete che permette anche a giovani che sanno veramente scrivere di essere ascoltati. A presto, ciao

      Elimina
  11. Che bel post, Nico!
    La tua amicizia con Lolli è davvero speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Francesca, sicuramente una delle cose più belle degli ultimi 15 anni. Un abbraccio

      Elimina
  12. Chissà che emozione Nico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E già amico mio, l'emozione come ho detto è stata incontenibile. Puoi immaginare che cosa significa essere seduto a casa di Claudio! A presto :)

      Elimina
  13. ASCOLTARE CLAUDIO E' SEMPRE UNA GIOIA IMMENSA , COME QUELLA CHE TI TRASMETTE DALLA CANZONE HO VISTO ANCHE DEGLI ZINGARI FELICI....

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Avevo vent´anni nel ´76 é lui era con noi in ogni momento... Non é cambiato niente nell´affetto che provo per questo straordinario artista e grande Uomo!!! Portagli i saluti, di uno del movimento del ´77!!! Grazie
    Mario Lav

    RispondiElimina
  16. Se non sono indiscreto vorrei avere notizie di Claudio. Antonio

    RispondiElimina