Resistente nel tempo

e i miei amici io li ho chiamati piedi
perché ero felice solo quando si partiva...
(analfabetizzazione - claudio lolli)




venerdì 5 febbraio 2021

Cashback e tasse

Mi ero riproposto di non scrivere nulla di politico in questo periodo di pandemia, ma dopo tutto quello che è successo e sta succedendo non ci riesco a non scrivere nulla, perché in quest'anno che è appena passato abbiamo toccato il fondo più volte, anche grazie a quell'odio imperante su cui sono fissato ultimamente, quell'odio che Lolli aveva già previsto da tempo, e che non ha mai abbandonato questo bel paese martoriato dall'egoismo e dall'indifferenza!

 
Proprio quella di cui parla la grande Liniana Segre e che ancora oggi resiste, come abbiamo visto perfettamente dal comportamento vergognosamente negazionista nei suoi confronti!

Così come sono fissato in modo assurdo sul tema fiscale, visto da sinistra però, il che vuol dire prima di tutto lotta all'evasione e tassazione diretta equa, non riduzione tasse per tutti e flat tax! Parto dalle ultime parole di Fratoianni, che sicuramente è uno dei meno peggio.

Non esistono governi tecnici. Ogni governo è politico e lo è per quello che realizza e vuole realizzare. Il mio giudizio su come siamo arrivati a questo punto è negativo. Molto negativo. La proposta di Draghi non ci entusiasma, è evidente, anche se non diciamo nemmeno no a priori. Vogliamo vedere le proposte, il programma politico. Patrimoniale e riforma fiscale in senso progressivo o flat tax? Rinnovo del blocco dei licenziamenti o libertà di licenziare nel mezzo della pandemia? Messa in sicurezza idrogeologica del territorio o ponte sullo stretto? Rinnovo, e magari estensione, del reddito di cittadinanza o privare queste persone di un sostegno più che mai necessario? Sanità pubblica e diffusa o privatizzata e accentrata? (Nicola Fratoianni)

Secondo me difficilmente ne usciremo da questo casino! Le cose che vorrebbe Fratoianni, e che sostanzialmente vogliono anche molti di noi, non si conciliano con quelle che invece vorrebbe un altro pezzo di possibili sostenitori di Draghi incluso il toscano rignanese. Vedo difficile tutto. E non mi stupirei se, con Draghi, che ha già messo le mani avanti parlando di aumento investimenti e diminuzione assistenzialismo, la Confindustria mettesse le mani sul Recovery Fund.

Ci sono state alcune cose fatte finora durante lo scorso anno che tutto sommato mi sono piaciute. Come dicevo sopra e come qualcuno sa io sono tremendamente fissato con in tema dell'evasione fiscale, e quando sento parlare di flat tax mi incazzo automaticamente. Uno dei provvedimenti che mi è piaciuto è quello del cashback.

 
Renzi lo ha deriso, mi veniva il voltastomaco quando ne parlava con quella faccia e con quella risatina, qualcun altro ha parlato di furbetti che per fare il pieno lo fanno in 2 volte! Sul fatto di denigrare questo provvedimento non sono d'accordo. Insieme a questi furbetti ci sono anche il 99% di persone oneste che con il cashback usano gli strumenti di tracciatura. Per la prima volta viene attuato un provvedimento, anche se ancora troppo piccolo, per recuperare qualche euro di evasione, e si sa solo deridere il provvedimento. Io penso invece che qualcosa la si possa recuperare, per far fare gli scontrini devi mettere per forza gli acquirenti in condizione di poter avere un tornaconto, non è giusto ma è così nel mondo di oggi. Perché Renzi, invece di deridere un provvedimento tutto sommato buono, non ci dice come pensa lui di recuperare gli oltre 100 miliardi di euro di evasione fiscale all'anno? Troppi interessi forse? E continuiamo a dover sentire sempre lo slogan "meno tasse per tutti"...solito discorso, si lancia lo slogan senza considerare per niente il modo più semplice per combatterlo! E' vero, è un metodo ancora troppo piccolo in confronto a quello che servirebbe, ma secondo me è già qualcosa.

Sui 100 e passa miliardi all’anno, che davvero risolverebbero tutti i problemi economici dell'Italia, qualcosa bisognerebbe fare per forza! E nemmeno Draghi la farà, ancora di meno che altri! Il grosso problema iniziale da indirizzare, più che le piccole partite IVA di cui continuano a parlare per giustificare una flat tax, dovrebbero essere le evasioni cosiddette "facili" da individuare! Se non si fa nulla per combattere queste, come si può sperare qui in Italia in una riforma fiscale vera in tal senso? Mi domando per esempio se è giusto il fatto che sia risaputo e accettato che gli uffici notarili facciano la fattura solo per una parte del servizio! Sfido chiunque a non essersi sentito dire “quanto mettiamo nella fattura”, se non addirittura sentirselo dare per scontato. Oppure se è giusto che OGNI acquisto di immobile abbia una grossa fetta in nero e quindi non denunciata dal costruttore! Le sanno tutti entrambe le situazioni! E questi sono solo due dei tanti esempi di evasioni "facili" da scoprire!

Un'altra possibilità di offrire alla gente un tornaconto potrebbe essere dare la possibilità di ampliare notevolmente le casistiche di spese che si possono detrarre. Pensiamo infatti che cosa succederebbe se uno potesse detrarre per intero le spese di acquisto casa, con i giusti controlli sui furbastri ovviamente, tanto per parlare dei due esempi notaio/costruttore che facevo prima. Il cashback, pur restando un provvedimento valido, ha un effetto molto minore della detrazione, in quanto non dà alcuna possibilità di mettersi d’accordo fra acquirente e fornitore, anche perché si tratta di piccole cifre e non varrebbe nemmeno la pena. La possibilità di detrarre invece, trattandosi di grosse cifre, si presta al fatto di “offrire uno sconto” da parte del fornitore. La sua applicabilità sarebbe quindi possibile solo facendo quei controlli necessari che nessuno ha mai avuto il coraggio, o la voglia, di fare!

100 miliardi e passa di evasione all'anno è una cifra da capogiro! In USA, nonostante non è vero che sia quella democrazia che tutti dicono, almeno chi evade viene scoperto subito e va immediatamente in galera! I miei colleghi americani dicono che questo è il problema maggiore dell'Italia, e dipende principalmente dal fatto che evadere il fisco qui viene considerato normale! Ci rimasi quando mi dissero che Berlusconi aveva addirittura incitato a non pagare le tasse, ci rimasi proprio perché lì sanno poco di quello che succede fuori dagli States, e quindi vuol dire che quelle esternazioni non passarono inosservate. In effetti hanno ragione purtroppo.

Chiudo facendovi fare due risate, raccontandovi di quella volta in cui attuai una provocazione! Metto cifre a caso. Su una cifra di 20 mila euro mi offrirono uno sconto dicendo che avrei pagato 19000 euro con una fattura da 10 mila. Molti, credendosi furbi, avrebbero detto subito di sì pensando di risparmiare 1000 euro. Io invece dissi “Mi vuole fare lo sconto? Allora deve essere uno sconto vero! Quindi ai 10 mila non fatturati iniziamo a togliere l’IVA che dovrei pagare io, e quindi 2100 euro. Poi va considerato che lei evade il 30 per cento circa di irpef dai 7900 euro rimasti. Dovremmo togliere anche quelli, quindi altri 790x3 ovvero 2370 euro. Siamo arrivati a 15530 euro. E ora se mi vuole fare lo sconto con fattura da 10 mila deve partire da questa cifra! :-))) Secondo voi com’è andata a finire?

Un abbraccio a tutti, spero di non avervi annoiato

Nico

mercoledì 25 novembre 2020

Piccolo sfogo...sì proprio oggi!

Sono passati diversi mesi dall'inizio di tutto questo macello che ci ha tolto spesso anche il sorriso. E la vita è andata avanti lo stesso, ma non così come avremmo voluto! Aver visto la solidarietà buttata nel cesso principalmente nei social mi fa venire lo sconforto tutti i giorni, per non dire lo schifo, e la voglia di fare una breve rivisitazione di questi mesi è importante secondo me che mi sia venuta proprio oggi, 25 novembre!

Parto con una figura molto significativa, che ha postato mia sorella, e che assolutamente inserisco immediatamente qui!

Iceberg della violenza di genere

La violenza sulle donne non è soltanto quella che si vede sopra, che porta, anzi, dovrebbe portare (perché molto resta ancora impunito) assolutamente all'arresto, ma anche quel marcio che si vede sotto. Perché è da sotto che poi, nella maggior parte dei casi, arriva il sopra.

Il motivo dello sfogo, come vi ho anticipato sopra, è legato a tutto quello che alimenta tutto questo! Una celebre avvocatessa che ha difeso anche gente della peggior specie e di cui non faccio il nome fa vedere di essere in prima linea contro la violenza sulle donne...ma...poi sostiene gentaglia leghista e fascista che alimenta solo questa violenza con i propri atteggiamenti, che fa una differenza fra donne italiane e donne immigrate, che colpevolizza le ONG quando sotto sotto pensa solo al proprio orticello razzista che non vuole "disturbatori" di altre nazionalità (ovviamente non se sono fra quelle potenti) o altre religioni! Questa è ipocrisia bella e buona cara avvocatessa, e so bene che tutti voi avete capito di chi sto parlando. Poi invece c'è gente come Feltri, che invece nomino, che si arrampica sugli specchi per minimizzare quello che ha fatto tal Genovese rimpallando su chi invece ha subito la violenza con i soliti epiteti sessisti che imperversano su tutti i social! E accanto a lui ci sono tutti i feltrini che gli vanno dietro, dandogli addirittura anche ragione! Se si tratta di un grosso imprenditore italiano è così, se invece è un immigrato allora giù botte! Mi piacerebbe tanto che un giorno si possano considerare le due situazioni perfettamente uguali e da disprezzare, ma non credo ci si arriverà nel breve termine!

Per non parlare di tanti altri personaggi che ben conosciamo e che ritengono che gli anziani abbiano meno diritto di essere curati dal Covid perché meno produttivi! E di quello che ha combinato oltreoceano Ciuffetto Arancione ne vogliamo parlare? E i negazionisti, e i sessisti, e i razzisti, e coloro che inneggiano al fascismo e non vengono mai presi e arrestati? Perché, signori miei, E' UN REATO! Ma non se lo metteranno mai in testa! Che cosa dobbiamo più fare perché questo reato venga perseguito?

Lo ripeto, no, tantissime persone non sono migliorate assolutamente con questa pandemia, anzi, ho visto in giro un peggioramento di fondo che forse sapevo, ma che non mi sarei mai aspettato potesse essere di queste dimensioni!

Ecco, anche se ci sarebbero tantissime altre cose da dire, mi sono sfogato, ne avevo bisogno!

No alla violenza sulle donne, no violence against women!

Nico

lunedì 8 giugno 2020

Luciano e Alberto

Volevo dedicare un piccolo post ai miei amici Luciano e Alberto, che mi hanno fatto passare tantissimi momenti carichi di affetto durante i miei 20 anni milanesi che si sono conclusi ormai esattamente 15 anni fa, quando mi sono trasferito qui vicino Roma!

Sì esatto, Luciano e Alberto sono proprio loro, quelli della Trattoria Toscana da Aldo di cui ho parlato tante volte in questo blog (https://nicochillemi.blogspot.com/search?q=trattoria+toscana)!

Basket, chitarra e matematica: giugno 2011

Sono quelli che c'erano sempre per me, nei momenti belli e anche in quelli più bui, quelli che mi portavano da mangiare quando andavo da loro in trattoria, quando ero da solo, spesso triste e sconsolato, quando io e Maria eravamo desiderosi di passare una serata spensierata insieme a loro facendoci due risate, così come quando eravamo in tantissimi, e Luciano diceva che si trattava dei pranzi gucciniani!


il linkazzo del skritore: Trattoria Toscana da Aldo - Viale Sarca ...

Luciano scherzava in continuazione, non sarebbe stato lui se non lo avesse fatto, ma aveva sempre un gesto di affetto e una parola buona per i più poveri ed emarginati che entravano nella trattoria!  E lo stesso Alberto, per il quale la parola "Inter" rappresentava la sveglia :-)  Per non parlare della loro mitica mamma, la signora Elsa, che resterà sempre nei nostri cuori!


Questo era uno dei bei momenti gucciniani, e fu proprio in quel periodo che fu scattata la foto del mio profilo blogger, che mi fa piacere ricondividere :-)


La trattoria è sopravvissuta ancora per altri anni dopo il 2005, abbiamo lottato insieme per farla riconoscere dal comune di Milano come bottega storica, e ci riuscimmo con somma gioia di tutti gli amici, ma poi come tutte le cose ha dovuto chiudere per consentire al nostro Luciano di godersi la sua pensione.  Quel bottiglione di vino rosso da 2 litri non me lo portò mai dimenticare, così come il grande affetto da cui ero circondato ogni volta che entravo.

Ho continuato ad andare da loro anche dopo il trasferimento a Roma, quando andavo a Milano per lavoro, e questo vecchio post ne è una delle tante testimonianze.  Anche il mio amico del cuore Nicola Pezzoli, alias zio Scriba, dedicò un post alla trattoria! :-)  Non solo, ma l'ha citata anche in uno dei suoi libri :-)))

La trattoria ha chiuso, ma l'affetto rimane!  Ogni tanto ci messaggiamo, ci sentiamo per telefono, ricordiamo e nello stesso tempo non omettiamo mai una volta di dirci che ci vogliamo bene, non senza un pizzico di commozione!  Luciano, sei stato come un padre per me, lo sai!  Ma prima o poi, anche senza trattoria, ci rivediamo, statene certi!  Mi mancate!

Nico

sabato 30 maggio 2020

Odio e malvagità

Devo ammettere che, da buonista non certo finto, un po' ci ho sperato che quegli slogan di inizio pandemia  tipo "andrà tutto bene" o "questo virus renderà le persone migliori", avessero un pochino un fondo di verità, soprattutto il secondo!  Ritenevo fosse assurdo, dopo aver subito tutto questo, che ogni essere umano non tirasse fuori almeno un briciolo in più di umanità, un tantino in più di rispetto nei confronti degli altri esseri umani!  Non dico che speravo si arrivasse al "volemose tutti bene", ma almeno che la gravità di quello che sta succedendo, e di cui nessuno ha il controllo, potesse portare a restare più umani, come diceva il nostro grande Vittorio Arrigoni!  In fondo sognare è umano e fa parte di noi!

Mi sbagliavo purtroppo, e alla grande!  Questi mesi hanno invece tirato fuori il peggio da tante, troppe persone, a cominciare da chi siede negli scranni del parlamento, in particolare i due individui che non riesco ormai neppure più a nominare, e fa male sapere che uno di loro è una donna.  Mi pare strano pure pensarlo, ma nemmeno il cavaliere è arrivato a un livello simile in questo periodo difficile, il che è tutto dire!  Persone che hanno espresso tutto il loro odio e la loro malvagità, inculcandola purtroppo alle centinaia di migliaia di seguaci sparsi per la nostra nazione, tanto da rendere orribile qualsiasi contatto che si possa avere con il mondo social, limitando enormemente la nostra libertà!  Questi hanno osato nientemeno che proporre come futuro presidente della repubblica uno come...no no, mi fa schifo soltanto nominarlo, così come il suo giornale che di libero non ha proprio nulla e che non è buono nemmeno da essere usato come carta igienica!  Uno che è talmente cattivo e malvagio da fare pensare a tanti personaggi delle fiction, che malvagi lo sono solo per finta, uno che definisce i meridionali inferiori sparando loro addosso le frasi più infamanti, dimostrando in pieno che non ne usciremo mai da una mentalità antimeridionale che vuole napoletani e siciliani bruciare dentro il Vesuvio o l'Etna!  Altro che "prima gli italiani"!  Che razza di presidente super partes potrebbe mai essere uno come quest'individuo vergognoso?  Per non parlare del problema migranti mai sopito che si sono anche permessi di enfatizzare, ma soprattutto di una delle conseguenze più becere rappresentata dal fatto che non sono stati ancora cancellati i decreti della morte!  E ci sono delle grosse responsabilità in tutto questo!  Così come le responsabilità non mancano sul rifiorire di certi comportamenti totalitari, come quello che è successo in Ungheria, coll'energumeno italiano che continua a twittare la sua vicinanza nei confronti del dittatore ungherese!

Tutto questo, il fatto di averlo solo sperato, arrivando a conclusioni purtroppo diametralmente opposte, mi rende molto triste e sfiduciato.  Una delle cose che mi ha più toccato in questi due mesi è stata questa intervista, fatta da Alain Friedman, al fotografo brasiliano Sebastião Salgado, in cui ci racconta tutte le responsabilità di Bolsonaro nei confronti della foresta amazzonica!



Poi c'è anche la vicenda della povera Silvia Romano, che invece di essere accolta come meritava, ovvero in silenzio, ha dato origine a episodi mediatici che hanno portato tutta quella parte di popolo malvagio a deriderla e addirittura a negare la sua attività unanitaria!


Eppure ci sono stati tanti altri casi, come quello di Ayse Deniz Karacagil, che ho raccontato in questo post tramite la bellissima canzone Cappuccio rosso di Vecchioni, che ha dato la sua vita per stare a fianco di un popolo oppresso.

Poi c'è l'ultimo episodio che mi ha lasciato senza fiato!  Non so se vi ricordate il mio post sull'uso delle armi negli Stati Uniti, derivante dalla protesta intitolata "I can't breathe"...oggi questo grido è stato dato per il barbaro omicidio dell'ennesimo nero che come essere umano ha un nome, George Floyd, da parte della polizia americana, segno che l'odio razziale nei confronti degli afroamericani è ancora ben radicato nella società statunitense!

Quest'episodio di odio razziale mi ha fatto ripensare a un fatto secondo me gravissimo, con cui chiudo questo post che sta diventando lunghissimo e che ha a che fare con uno dei miei pallini, quello di essere antideathpenalthiano sempre!  Sto parlando del caso del povero Rodney Reed, che ultimamente mi sta prendendo parecchio!




Rodney fu condannato a morte verso la fine degli anni '90, e la sua innocenza era palese, ma è stato inabissato finora ogni tentativo, soprattutto da parte della mamma che ha lottato strenuamente con tutte le sue forze per fare giustizia!  Eppure lo stato del Texas tutto quello che sa fare è continuare a rinviare l'esecuzione, perché in fondo è ben cosciente della sua innocenza!  Vi allego un articolo sull'ennesimo rinvio!

https://www.nessunotocchicaino.it/notizia/texas-usa-esecuzione-di-rodney-reed-rinviata-a-tempo-indeterminato-50312508

Ma dico io, brutti assassini infami e vigliacchi, non sarebbe il caso di ridare la libertà a quest’uomo dopo oltre 20 anni di carcere nel braccio della morte da innocente?  Forse sarebbe troppo elevato il risarcimento?  La strada per diventare un paese civile è ancora lunga purtroppo!  Tanto di cappello ai tanti stati USA che hanno cancellato la pena di morte dal loro ordinamento!  So che da quel post che scrissi se ne sono aggiunti altri!  Spero che questa tendenza non si arresti!

A presto, ciao
Nico