Resistente nel tempo

e i miei amici io li ho chiamati piedi
perché ero felice solo quando si partiva...
(analfabetizzazione - claudio lolli)




mercoledì 28 settembre 2011

Quando Facebook serve veramente

Maria e io siamo appena tornati a casa! Eravamo a Ostia, con la coppia di amici di sempre, Paola e Ezio, e con la nostra amica Enrica, a una ventina di chilometri da casa! Mai così vicino (poi capirete)! :) Stasera l'emozione ha toccato livelli stratosferici, tanto da farmi avere questa voglia pazzesca di scrivere subito, nonostante il periodo abbastanza incasinato che sto passando (nulla di grave, solo una serie di impegni continuativi di lavoro che mi stanno portando quasi sempre in giro senza lasciarmi in pace e che proseguiranno almeno per un altro mese) e che sicuramente alcuni di voi avranno intuito vista la mia latitanza in questo splendido luogo (grazie a chi mi ha cercato, in particolare a Giò, che è stata la prima ad accorgersene). Ma stanotte devo scrivere per forza, e lo voglio fare subito, prima che questo splendido momento passi!

Che c'entra Facebook? C'entra, c'entra! Come si direbbe a Milano, passa parecchia "fuffa" attraverso questo social network, si ricevono continui inviti a mezzo mondo, gente che ti chiede di giocare per poter avere più punti, insomma una baraonda, soprattutto per chi si collega poco come me! Ma, in mezzo a tutto questo marasma, ci sono anche situazioni belle! Una di queste è quando ti arrivano certi tipi di invito, che il più delle volte non potresti avere in altra maniera, e che danno poi origine a serate come quella che abbiamo appena passato.


Stasera Lolli era proprio in forma! La prima emozione forte che mi ha dato è stata quando siamo arrivati in trattoria. Lui era seduto a tavola e stava mangiando con gli immancabili Capodacqua e Alesini. Appena ci ha visto, il suo volto si è riempito di un sorriso bellissimo che lo ha fatto alzare rapidamente da tavola, visibilmente felice di averci visto, per venirci incontro e abbracciarci, dicendo a me e Maria che ci vuole molto bene. Queste emozioni sono impagabili, e lui lo sa che il bene che ci vuole è ricambiato mille volte! La gioia di vederlo tornare a sedersi col sorriso è stata impagabile. Ma le emozioni non sarebbero finite qui. Dopo cena andiamo nel luogo dove era stato allestito il palco, e dopo 5 minuti il primo a salire prendendo la chitarra è stato Paolo Capodacqua, che ha cominciato ad arpeggiare dolcemente qualcosa di familiare, anche se mai sentita in quasi 12 anni di concerti che ho visto...arriva Claudio, prende il microfono, e..."E da un'uscita di galleria, col cuore in gola ti trovi in faccia il sole..."...io e Maria ci guardiamo in faccia prendendoci per mano, entrambi commossi...sì, "Viaggio" è la nostra canzone, quella con cui ci siamo conosciuti, e Lolli finora non l'aveva mai fatta in concerto negli ultimi 10 anni! Davvero, è stato bellissimo per tutti e due! Subito dopo comincia una sequenza di canzoni con un misto di politica, protesta e amore, ma il bello è stato che per la prima volta il trio ha sperimentato la formula vincente dell'album Ho visto anche degli zingari felici, in cui tutte le canzoni si susseguono senza mai smettere di suonare! Ne ha fatte diverse così! E mentre Capodacqua chiudeva "Adriatico" con il suo splendido assolo, ecco che arriva la terza emozione forte...Lolli si sposta sul palco nella parte laterale, vede me e Maria fra il pubblico, e ci manda un bacio dal palco! Vivere momenti così non ha davvero prezzo! Io e Maria in quel momento non senza un po' di commozione ci siamo detti "Quest'uomo è di una dolcezza incredibile!".

Un finale in crescendo, con l'accoppiata "Anna di Francia" e "Zingari" da pelle d'oca e quindi l'ultimo bis. A sorpresa, anziché chiudere con Borghesia, l'ultima canzone è stata "Angoscia metropolitana", con Claudio che prima di cantarla, invitando a chiedersi se dopo 40 anni le cose fossero realmente cambiate o se questa canzone non sia invece più attuale adesso, ha detto al pubblico "Ovviamente, se siete venuti qui, sicuramente pensavate di ridere parecchio!" :-)

Simpatico il momento in cui ce ne siamo andati. Mentre lo salutavamo Lolli mi dice "Quell'ultima canzone la dedico a te". Alla mia risposta "Sai Claudio, Angoscia metropolitana è stata la prima delle tue canzoni che ho ascoltato da ragazzo", Paolo Capodacqua non si è lasciato sfuggire l'occasione di una battuta servita su un piatto d'argento, e mi ha detto "E' da lì che hai deciso di continuare!!!" Eheheh, ebbene sì, e infatti sono ancora qui! Vivo! Buonanotte a tutti :)


34 commenti:

  1. Si, insomma, conoscendoti, l'intera vicenda sembra stata calibrata proprio per te! un caro saluto!

    RispondiElimina
  2. Non poteva che andare così, è bello quando tutti i pezzi di un puzzle si uniscono perfettamente ed esce fuori la serata "ideale". Quella "giusta". Un abbraccio a te e la dolce Maria :)

    RispondiElimina
  3. "Angoscia metropolitana" è una delle mie preferite :-)

    RispondiElimina
  4. Certo che serve: io sono un grande spammer di FB ! :D

    appena arrivo a casa ascolto qualcosa di CL (cioè, Claudio Lolli beninteso...)

    RispondiElimina
  5. Comunichi entusiasmo e apprezzamento per ogni cosa, per questo è bello seguirti.
    Cristiana

    RispondiElimina
  6. Maddai, nonostante abbia firmato la petizione contro di te?

    :P

    Scherzoooooooooo

    Immagino sia stata un'emozione unica omonimo...però...solo una cosa...facebook è il MALEEEEEEEEEEEEEE...sempre e comunque!!!

    RispondiElimina
  7. Bello rileggerti e così tutto contento :)
    Merito di Fb e di Lolli..
    Baci

    RispondiElimina
  8. Deve essere stata proprio una bella esperienza. :) Ora ascolto anche io qualcosa del Lolli! :)

    RispondiElimina
  9. Bè, io non sono poi mai di troppe parole, ma questo tuo racconto mi lascia ancora più senza... per l'emozione che mi ha dato!
    Te l'ho già detto? Sei contagioso: nel condividere, le emozioni le trasmetti eccome!

    Vi 'invidio' un po'... Lolli vi vuole bene!!:-)
    Baci a te e Maria!
    g

    RispondiElimina
  10. Che spettacolo Nico! che spettacolo!

    RispondiElimina
  11. Un nuovo cantante, vedo... :D
    Scherzi a parte, è bello vederti così fedele alle tue passioni... mi raccomando: siilo anche con i tuoi scrittori preferiti... :-))))

    RispondiElimina
  12. w la rete
    w Lolli
    w la dolcezza

    un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Hola, Nico, dai un'occhiata qui ;-)

    RispondiElimina
  14. Facebook per come la vedo io è sempre sostituibile... Lolli invece, soprattutto per come lo senti tu, proprio no. ;)
    Un abbraccio di bentornato!

    RispondiElimina
  15. una bellissima emozione per voi !!

    RispondiElimina
  16. Splendido racconto per una splendida serata! ;9 D'accordo sull''utilità di FB al di là della fuffa...
    Io ci ho ritrovato il portafoglio grazie a facebook!

    RispondiElimina
  17. Però secondo me ci stai un po' troppo su Fessobukko: vieni più spesso nel mondo di noi bloggers che è più bello e intelligente (e non a caso preso di mira dal governO...) :D

    Un abbraccissimo!!!!

    RispondiElimina
  18. scusa per questo commento fuori tema, ma c’è un problema di urgenza che interessa tutti i blog
    Comunicazione
    Sulle rettifiche in blog e multe ho inserito questa lettera che passo
    Cordiali saluti
    http://www.lacrisi2009.com/2011/09/rettifiche-in-questo-blog-gia-fatto.html

    RispondiElimina
  19. Ciao Nico!!! :D che bello che sei tornato tra di noi... ^_^ in effetti mi ero accorta della tua assenza! XD avevo paura di non ricevere più i tuoi aggiornamenti visto che ultimamente su blogger me ne capitavano di tutti i colori... invece è tutto risolto! :) Che belle quelle serate giuste dove tutto è perfetto... ti auguro di vivere sempre dei momenti così meravigliosi accanto alle persone che ami e che ti vogliono bene... :) Ti ringrazio anche tantissimo per l'incoraggiamento e l'affetto che mi dimostri sempre!!! ti abbraccio!!!

    RispondiElimina
  20. E sì Sara, hai ragione, sembrava tutto preparato apposta per noi. Ma il bello che nulla era preparato!

    Già Sarah, quella giusta! Dici bene! Ma con Lolli lo sai, è facile che una serata sia sempre bella. E' un po' più difficile che i pezzi di puzzle si mettano a posto così...e "Viaggio" ne è la dimostrazione :-) Un abbraccio anche da noi, ci vediamo presto :-)

    Eheheheh grande Marco! Un bel "Lolli" insieme, come diverse volte hai detto, ci starebbe proprio bene!

    Ahahahah mi fai morire di risate Greg! Non avrai mai pensato che quel CL si riferisse a qualcos'altro, alla salute ci teniamo :-)))

    Grazie Cristiana, sei sempre molto cara! Io è così che sono, ed è così che mi piace essere, e son contento di sentirmi capito :)

    RispondiElimina
  21. Ahahah mitico omonimo! Questo giocare insieme a te in un confine fra scherzo e realtà è davvero bello! Su FB, come ti dicevo qualche giorno fa io me lo tengo sono per quel 10% di utilità! :)

    Graceeeee!!! Bello ritrovarti qui, è un po' che mancavi! Spero di tornare presto ad avere il tempo di sbellicarmi un po' dalle risate con te :) Un abbraccio a te e consorte (eheh mentre Maria è sempre presente, lui mi pare a volte come la moglie del tenente Colombo ahahah)

    Cristina!!! Bellissima! E' sempre una gioia per me leggerti qualunque cosa tu dica :) MI fa piacere che posso "iniziare" a Lolli anche te! Mi raccomando, fammi sapere se riuscirai a sopravvivere eheheheh (classica battuta di Paolo Capodacqua...anche di Paolo ti farò sentire qualcosa, merita dabvvero!)

    Mia cara Giò, so che lo sai che sei una delle persone che sento più vicina su questo blog! Non per niente ho voluto scriverlo. E' difficile stare su blogger o su facebook (ma soprattutto su blogger, lo zio ha perfettamente ragione) nei periodi in cui non si riesce a staccare! Ma credo che voi "piedi" che siete qui rendiate vitale riuscirci! Ti abbraccio prof

    Sì Ernest, uno spettacolo! Ti auguro di riuscire a respirare un po' di rosso anche tu prima o poi con un concerto di Lolli!

    RispondiElimina
  22. Ahahahahaha zione!!! Ma tu mi vuoi far stramazzare a terra! Questo "nuovo" cantautore va coltivato e conosciuto un po' di più :-))) Per quanto riguarda i miei scrittori preferiti...beh, ormai anche lui...ehm...loro (eheh) come Lolli sono segnati, e ogni loro libro che esce ZAC ...in libreria, o in rete ;) Amico mio, ci vediamo a novembre...ottobre è un po' pienotto e devo andare due volte nella mia Montpellier :)

    Tre righe che dicono tutto! Grande Berica, grazie, un abbraccio fortissimo anche a te!

    Ciao Ezio :-) Solo stamattina sono riuscito a vedere per intero il video! Per tutti, in questo video c'è il famoso splendido assolo di Paolo di cui parlavo nel post! Grazie amico mio, ci vediamo quando torno da Montpellier

    Cara Ross, amica mia, quello che hai scritto mi ha fatto emozionare! Assolutamente sì, Lolli non è sostituibile in nessun modo! No potrebbe, è parte di me! Un grosso bacio, spero di vederti a novembre (verremo probabilmente su io e Maria e una volta saremo da Luciano)

    E' vero Caty, le emozioni che ci regala Lolli sono davvero speciali! Un abbraccio, e grazie di essere passata

    RispondiElimina
  23. Ma dai Mirko!!! Grande, come diavolo hai fatto a ritrovare il portafoglio? :-) Io ne ho persi tre in passato, di cui l'ultimo a Parigi accidenti (anche per questo preferisco andare a Montpellier eheh) e per quato ho deciso che io e i portafogli abbiamo finito di comunicare :) Ma chissà...se avessi avuto Facebook nel 2006 a Parigi... :)

    Ahahahahah ziooooo, quando dici ci stai troppo su FB intendi me o Mirko? Eheh scherzo ovviamente! Anche io penso che il nostro Mirko dovrebbe scrivere un po' più spesso qui! Anche perché i suoi scatti, come quelli di Karma, sanno regalare emozioni come pochi!

    Grande Francesco! Ho appena letto il tuo post, che ritengo un bellissimo schiaffo a certa gente che ci governa! Bravo! Forse è per questo che io non mi potrò mai separare da Lolli! Lui, in ogni concerto, in ogni intervista che fa, in ogni possibilità che ha, va avanti a forza di schiaffi che tira al potere, proprio quello che le sta pensando tutte per farci chiudere! Ma noi siamo sempre qui, vero zio?

    Giulia, sei un tesoro! I tuoi commenti mi regalano sempre tante emozioni! Te l'ho detto anche altre volte, io e te siamo molto simili nelle manifestazioni di affetto e nel modo di intendere blogger, lo sai che spesso mi identifico con quello che scrivi! Per questo è facile davvero incoraggiarti (te lo meriti) e dimostrarti affetto e...attraverso te voler bene di più anche a uno splendido ragazzo come Mirko! :) Grazie a te!

    RispondiElimina
  24. Grandi emozioni ... volevo leggere con calma questo tuo pezzo, aspettando di aver il tempo giusto. Direi che invido questa serata, forse è poco. Grazie di averla condivisa. Forse Lolli sa che "Viaggio" è la "vostra canzone" ... del resto, non è difficile da indovinare visto che si sempre in Viaggio ;)

    RispondiElimina
  25. ciao piede, ma che dico, piedone!
    bé, volevo salutarti qui! :-)
    g

    RispondiElimina
  26. Ciao, Nico. Che bel racconto, la cosa più bella è come riusciate a godere delle emozioni tu e Maria. E' bello sapere che state bene, anche se un po' incasinati. Ciao, un bacione

    RispondiElimina
  27. ti capisco, io la stessa emozione la provo quando sento Zarrillo, mi dirai che c'entra, anch'io ho conosciuto mia moglie, l'attuale, la bella e fedele compagna ad un suo concerto alla Villa Reale di Monza quell'estate del 2000. Ciao e un a presto rileggerti. Anch'io ero preoccupato per la tua assenza sul blog....

    RispondiElimina
  28. una serata emozionante...che bello! Ci manchi! :P

    RispondiElimina
  29. ...ripassavo, sperando di leggerti. Ma ti lascio un saluto! ;)

    RispondiElimina
  30. Grazie Turista, è bello l'affetto che mi dimostri, che mi avete dimostrato tutti, Enio, Sara-Cumino, Giò e tutti gli altri. Mi siete mancati anche voi, e anche se non è ancora finito questo periodo pesante, credo che domani tornerò a scrivere qualcosa, qualcosa che mi sta a cuore. E ricomincerò anche a leggere :-) Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  31. wow, domani? domani allora sarà un regalo ... :-))
    ciao Nicone!

    g

    RispondiElimina
  32. "Ho visto anche degli zingari felici" è uno dei più grandi dischi degli anni '70. Primo vinile comprato (prezzo imposto) appena avuto un giradischi.

    RispondiElimina
  33. che emozione... poi l'ho letto il diario, troppo simpatico!

    RispondiElimina